Mastoplastica additiva Milano

otoplastica03
Otoplastica Milano
13/03/2018
palpebre
Blefaroplastica Milano
13/03/2018
u1a7v3o0k4y1a2o_Top

Il servizio mastoplastica additiva Milano è l’operazione di chirurgia plastica più richiesta dalle donne. Esistono varie ragioni per desiderare l’aumento del proprio seno, riguadagnare le forme pre gravidanza oppure avere una silhouette più attraente. Qualunque siano le ragioni è importante sapere che il miglioramento del seno è una delle procedure chirurgiche con il più alto tasso di soddisfazione, fino al 98%!

Mastoplastica Additiva Milano, non sai da dove cominciare?!

Dalla scelta del chirurgo a che tipo di protesi scegliere, in queste righe che seguono, troverai un ottimo vademecum per essere al corrente sul servizio mastoplastica additiva. Se hai preso in considerazione l’aumento del seno, la tua decisione deve essere supportata da un valido professionista e dai migliori materiali disponibili sul mercato.

La scelta dell’impianto va fatta con il chirurgo, in base alla vostra corporatura sarà in grado di abbinare il tipo giusto per ottenere i risultati desiderati. Tutti gli impianti disponibili sono considerati buoni e sicuri, tuttavia, cercheremo di spiegarvi i pro e i contro di ciascuno in modo da farti un’idea di quale potrebbe essere la soluzione più adatta a voi.

Oppure chiedi consiglio direttamente al chirurgo allo 0283595639

 

Qual è il miglior tipo di impianto per il seno?

Sostituzione protesi mammarie Milano

Ogni tipo di impianto può essere una buona scelta, ma presenta sottili differenze nel loro aspetto, sensibilità e prestazioni generali. In generale, non esiste un “tipo perfetto” di protesi mammaria.

Ciò che sembra meraviglioso per qualcuno non significa necessariamente che sia la scelta migliore per te. Insomma per capirci non si arriva da un chirurgo plastico dicendogli “voglio quello” perché è tutto da stabilire se “quello” è abbinabile alla vostra corporatura.

Questo è il motivo per cui la prima visita è essenziale e irrinunciabile. Una consultazione faccia a faccia e una discussione aperta con un chirurgo plastico vi consente di individuare tempi materiali e modalità adatte a voi.

Richiedi una visita gratuita con il dottore 0283595639

Oppure scrivici tramite il modulo qui sotto

 

Come sono fatti gli impianti?

Le protesi mammarie di oggi sono fatte di un guscio esterno in silicone che viene riempito. I materiali di riempimento dell’impianto utilizzati oggi includono gel di silicone regolari (noti anche come protesi di silicone tradizionali), gel di silicone altamente coesivo (noto anche come protesi al silicone con orsetti gommosi) e protesi saline.

Impianti di gel di silicone regolari

Le protesi mammarie regolari in silicone sono riempite con gel di silicone. Le protesi al silicone sono utilizzate per l’aumento del seno e possono essere utilizzate anche per la chirurgia della ricostruzione del seno. Il gel di silicone assomigliano di più al tessuto mammario naturale rispetto alla sua controparte salina.

I pro:

  • Le protesi mammarie regolari in silicone sono l’impianto più morbido e naturale disponibile oggi. Le increspature sono meno probabili rispetto alle protesi saline. Sono gli impianti più usati oggi per il loro aspetto naturale.

I contro:

  • Richiede un’incisione leggermente più lunga rispetto alle protesi mammarie saline perché l’impianto è pre-riempito. Ciò può rendere difficile o addirittura impossibile inserire protesi al silicone attraverso l’areola, l’ascella o l’ombelico.
  • Se una protesi mammaria al silicone dovesse “perdere”? È un evento molto raro oggi, era più frequente con le prime protesi. Esistono due possibilità, la rottura intracapsulare e quella extra capsulare.
  • Questi impianti sono disponibili solo in una forma rotonda (non a goccia).

Protesi mammarie al gel altamente coesive

Le protesi mammarie in gel di silicone altamente coesive sono conosciute anche come Gummy Bear (gli orsetti gommosi). Sono riempite con un gel altamente coesivo che le rende un po’ più spesse e solide rispetto agli impianti riempiti con silicone tradizionale. Eccellenti prestazioni e risultati altamente soddisfacenti fanno sì che questa soluzione si stia affermando.

I pro:

  • Può avere prestazioni superiori a lungo termine con tassi inferiori di rottura, increspatura e contrattura capsulare rispetto alle normali protesi mammarie al silicone e protesi mammarie saline.
  • Può mantenere una migliore forma a lungo termine con una proiezione potenziata e tassi più bassi di mal posizionamento.
  • Gli innesti di Gummy Bear sono disponibili sia in forme rotonde che a forma di lacrima (anatomiche).
  • L’impianto di orsetti gommosi a forma di lacrima può ottenere un risultato più “naturale” con meno sporgenza e rotondità della parte superiore del seno e maggiore proiezione e pienezza della parte inferiore del seno rispetto agli impianti rotondi, ma con il compromesso di una sensazione leggermente più solida.

I contro:

  • Le protesi di orso gommoso si sentono leggermente più sode al tatto rispetto alle normali protesi mammarie al silicone.
  • Il posizionamento richiede un’incisione leggermente più lunga nella pelle, che può rendere più difficile o addirittura impossibile posizionare questi impianti attraverso l’areola, l’ascella o l’ombelico.
  • Le protesi hanno un leggero rischio di mal rotazione (circa l’1%).
  • Sono leggermente più costose di altre opzioni di protesi mammarie.

Protesi mammarie saline

Le protesi mammarie saline sono riempite con acqua salata sterile. Questo tipo di impianto è raccomandato per le donne che non desiderano avere protesi al silicone così come alcune donne che desiderano un look ” Baywatch” con un alto grado di pienezza e proiezione del polo superiore.

Nel paziente giusto, anche gli impianti salini possono sembrare molto naturali. Gli impianti salini sono generalmente meno diffusi oggi rispetto alle protesi al silicone.

I pro:

  • Gli impianti salini sono regolabili in relazione al volume riempito al momento dell’intervento chirurgico che può aiutare ad aggiustare la taglia del seno in donne che non hanno taglie del seno uguali (sebbene le protesi mammarie al silicone siano disponibili in molte taglie).
  • Può produrre il massimo grado di pienezza e proiezione del polo superiore, che può essere indicato per alcune donne che desiderano un look tipo “Baywatch”.
  • Un’incisione leggermente più piccola può essere utilizzata durante il posizionamento.
  • La rottura dell’impianto è più facile da rilevare (il seno si sgonfia).
  • Gli impianti salini generalmente costano leggermente meno delle protesi al silicone.

I contro:

  • Gli impianti salini si sentono leggermente più sodi e meno come il tessuto mammario naturale rispetto alle protesi al silicone.
  • La rottura e l’increspatura dell’impianto sono leggermente più probabili.
  • Gli impianti salini pesano leggermente più delle protesi al silicone, il che aumenta leggermente il rischio di ” esaurimento” dovuto alla gravità.

Aumento del seno trasferimento grasso

L’aumento del seno con trasferimento del grasso è di per sé un’idea geniale.  Rimuovono il grasso indesiderato dalle cosce, dall’addome o dai fianchi e lo trasferiscono, una volta purificato, nel seno; aumentandone il volume!

Questa procedura sta crescendo in popolarità perché è un’opzione tutta naturale che offre il doppio vantaggio di scolpire altre aree e contemporaneamente aumentare il seno. Tuttavia non è un’operazione molto eseguita perché è meno coerente e meno affidabile rispetto a una mastoplastica tradizionale.

I pro:

  • 100% naturale. Usa solo i tessuti del tuo corpo in modo che i risultati sembrino morbidi e naturali.
  • Può rimodellare radicalmente l’intero corpo. La liposuzione che viene utilizzata per raccogliere il grasso può rimodellare radicalmente il corpo. Ciò significa che puoi ottenere una nuova figura con una pancia più piatta, cosce più sottili e / o una linea di vita più scolpita in aggiunta a seni più grandi.
  • Virtualmente senza scarto. Vengono usate solo piccole incisioni attraverso le quali il grasso viene raccolto e iniettato.
  • Nessun impianto. Evita i rischi associati a impianti quali mal posizione dell’impianto, rottura e contrattura capsulare.

I contro:

  • Il trasferimento del grasso è in genere limitato a circa un aumento della dimensione della coppa delle dimensioni del seno.
  • Il grasso trasferito può essere assorbito dal corpo.
  • È un procedimento più costoso, a causa del tempo supplementare necessario per la raccolta e l’elaborazione del grasso del donatore.
  • Non solleva il seno. Il trasferimento del grasso non può correggere il seno cadente causato dall’età, dalla genetica, dalla gravidanza o dalla perdita di peso.
  • In circostanze particolari, il trasferimento di grasso può essere utilizzato in combinazione con protesi mammarie per fornire morbidezza e copertura aggiuntiva per gli impianti.

Mastoplastica additiva Milano. Affidati alla chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica!
Chiamaci ora per informazioni!
0283595639

 

Mastoplastica additiva Milano prima e dopo

Mastoplastica additiva Milano

Le immagini del prima e del dopo sono estremamente importanti, quando si tratta di aumento del seno. La scelta del professionista che metterà le mani sul vostro seno, dipende anche dal senso artistico e dai canoni di bellezza che utilizza. Questo è il motivo per cui dovresti sempre chiedere, durante la tua prima visita, di vedere le foto prima e dopo di donne che hanno già fatto la mastoplastica con lui. 

Qual È l’impianto giusto per te?

Ogni impianto è differente è deve essere analizzato in relazione alla composizione fisica e alle necessità. Un ottimo chirurgo plastico, specializzato, può essere d’aiuto per valutare le opzioni disponibili in relazione alle richieste della paziente e alla sua condizione fisica. Tuttavia tu hai la possibilità di vedere il prima e il dopo!

Mastoplastica additiva Milano. Affidati alla chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica! 0283595639

 

Ti suggeriamo alcuni consigli per questo momento!

Ti suggeriamo alcuni consigli per questo momento!

Individua corporature simili alla tua
Guardare le foto di pazienti che hanno un tipo di corporatura simile alla tua, ti consente di farti un’idea di cosa aspettarti quando avrai eseguito la procedura.

Le immagini ti aiuteranno anche a ottenere un’immagine più chiara di come appariranno alcune dimensioni e forme di protesi mammarie. Avrai anche la possibilità di vedere le diverse tecniche di posizionamento offerte dal medico.

Cerca risultati che sembrano naturali!
Quando guardi le fotografie del dopo, controlla che le donne che mostrano miglioramenti evidenti, abbiano un seno che sembri ancora naturale, sul loro corpo.

La regola dovrebbe essere quella di armonizzare le forme sul corpo e non posizionare dei palloni enormi su un corpo esile.

Controlla le cicatrici
Indipendentemente dal tipo di intervento chirurgico a cui ti sottoponi, ci saranno cicatrici dopo.

Un chirurgo plastico dovrebbe essere in grado di fare facilmente le incisioni più piccole possibili che saranno nascoste naturalmente da pieghe e vestiti. Le incisioni dovrebbero guarire rapidamente con cicatrici minime.

 

Intervento di mastoplastica additiva, come si svolge?

Intervento di mastoplastica additiva

La procedura di aumento del seno viene eseguita praticando un’incisione nel seno e inserendo le protesi all’interno.

La posizione dell’incisione che viene eseguita può essere in più punti a seconda della decisione del chirurgo e anche in base alle dimensioni degli impianti e all’anatomia del paziente. I punti in cui è possibile eseguire l’incisione sono:

  • sottomammaria
  • peri areolare (intorno all’areola)
  • trans-ascellare (sotto le ascelle)
  • trans-ombelicale

Questi sono i punti in cui la cicatrice rimane poco appariscente.

Pre operatorio
L’intervento viene eseguito come una procedura ambulatoriale in cui la persona può tornare a casa non appena viene eseguita l’operazione. Al paziente viene somministrata l’anestesia generale durante il processo.

Ci vogliono da 1 a 3 ore a seconda delle dimensioni degli impianti e della natura dell’intervento.

Post operatorio
Il tempo di recupero normalmente varia da paziente a paziente e può richiedere da poche settimane a mesi a seconda della capacità del corpo di guarire.

L’aumento del seno ha i suoi rischi e quindi bisogna esserne consapevoli ed essere preparati ad affrontarli in qualsiasi momento dopo l’intervento.

Come vengono posizionati gli impianti?

Ci sono due modi in cui gli impianti possono essere inseriti; sub ghiandolare e sub pettorale.

Nel posizionamento sotto-ghiandolare, che facilita il recupero più rapido, gli impianti vengono posizionati sotto i tessuti del seno, ma sopra i muscoli della parete toracica; eliminando così la necessità di perforare i muscoli della parete toracica.

Il posizionamento sotto-pettorale si verifica quando gli impianti sono sotto i muscoli della parete toracica e anche sotto il tessuto mammario ed è più complicato.

Tuttavia, la decisione su come posizionare gli impianti verrà presa congiuntamente dopo aver consultato il chirurgo e tenendo conto anche di molti altri fattori.

Mastoplastica additiva Milano.
Chiamaci ora per informazioni!
0283595639

 

Mastoplastica additiva tempi di recupero

Mastoplastica additiva tempi di recupero

Il recupero medio dell’aumento del seno richiede da una a due settimane. Il recupero dell’impianto sotto ghiandolare (sopra il muscolo) richiede generalmente solo pochi giorni, mentre gli impianti sotto muscolari (sotto il muscolo) possono richiedere più di una settimana.

Le donne normalmente si sentono abbastanza bene da tornare a lavorare in tre o cinque giorni. Tutti i chirurghi plastici concordano che, tornare alla normale routine, sia un passo importante nel processo di guarigione dell’aumento del seno.

In genere raccomandano di posticipare di una settimana l’esercizio fisico leggero e ricordano che è sempre importante iniziare lentamente e riprendere il regime di esercizi precedenti. È possibile riprendere allenamenti più intensi, verso le sei-otto settimane.

Dolori
Il dolore post-operatorio da lieve a moderato può essere evidente per i primi giorni, con il picco intorno al terzo giorno. L’intorpidimento temporaneo del capezzolo è comune, così come una sensazione di tensione e prurito sul petto. Eventuali lividi e gonfiore si risolveranno gradualmente nelle settimane successive. Per garantire un recupero confortevole, il chirurgo vi prescriverà dei farmaci antidolorifici.

Reggiseni di contenimento
Un indumento di sostegno o un reggiseno chirurgico dovrebbe essere indossato dopo un aumento del seno. Ciò consentirà agli impianti di stabilirsi nella posizione desiderata sul torace. E’ molto importante seguire le indicazioni del chirurgo per il reggiseno. Sarà lui a darvi indicazioni su quando tornare a indossare un reggiseno con ferretto.

Mastoplastica additiva Milano: richiedi ora una prima visita gratuita 0283595639

Oppure scrivici tramite il modulo qui sotto

 

Come dormire dopo mastoplastica additiva?

Come dormire dopo mastoplastica additiva?

Dopo l’ intervento di aumento del seno, potresti sentirti spesso dolorante mentre dormi. Ci sono una serie di precauzioni che devi prendere in considerazione durante le prime settimane, in modo da poterti dare tempo per il recupero e ridurre il gonfiore. La prima cosa è che dovresti dormire almeno 8 ore, per una corretta guarigione!

Posizione per dormire dopo la mastoplastica additiva

Per curare adeguatamente e ridurre il dolore degli effetti collaterali, i chirurghi consigliano di considerare le seguenti posizioni per dormire:

  • La posizione migliore e più adatta per dormire è sdraiarsi sulla schiena. Questo mette il seno in una posizione rilassata, non mette a dura prova il torace e permette alle incisioni di guarire e aiuta gli impianti a stabilizzarsi.
  • Puoi anche dormire ad angolo (Ovunque tra 30 e 45 gradi) inclinato sulla schiena. In questo modo, scoprirai che c’è molta meno infiammazione e dolore a causa della circolazione sanguigna che scorre via dal seno.
  • Considera l’idea di procurarti alcuni cuscini morbidi che ti aiutino a rilassarti nelle posizioni menzionate e un letto reclinabile, se possibile, per aiutarti a regolare liberamente la posizione.

L’importanza di dormire inclinato
Dormire inclinati abbiamo detto che aiuta a ridurre il dolore e l’infiammazione. Si consiglia di dormire inclinato a un angolo di 30-45 gradi per un totale di 6 settimane. Questo ti aiuterà a riprenderti dall’intervento e a ridurre i rischi di contrattura capsulare.

Posso dormire su un fianco?
Dormire di lato potrebbe essere più comodo per te, ma cerca di non cedere alla tentazione. Dovrai aspettare almeno 2-3 settimane prima di poter dormire su un fianco.

Posso dormire sullo stomaco?
Per dormire a pancia in giù si devono attendere almeno 12 settimane. Bisogna evitare a tutti i costi di dormire a pancia in giù, prima di guarire completamente, poiché gli impianti si potrebbero dislocare cadendo di lato.

Il reggiseno va tenuto anche durante il sonno!
Gli impianti necessitano di un supporto adeguato e di un aiuto esterno per essere modellati.

Per le prime 6 settimane, dovrai assicurarti di dormire con il tuo reggiseno chirurgico / sportivo. Ciò impedirà ai tuoi impianti di spostarsi, fornirà una buona guarigione con una bella forma e ti permetterà di dormire comodamente. 

Affidati alla chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica!
Mastoplastica additiva Milano!
0283595639

 

Mastoplastica additiva costi

Mastoplastica additiva costi

I costi per rifarsi il seno possono variare di molto. Purtroppo con la dicitura mastoplastica additiva le variabili sono numerose e, parlando di un intervento specifico e mirato ad un soggetto, non può essere generalizzato o accomunato.

Le variabili di cui parliamo le abbiamo già riportate nell’articolo ma per essere precisi, ci stiamo riferendo: al tipo di accesso, al tipo di piano, di protesi, se sussiste o meno la necessità di una concomitante mastopessi, etc.. Questo è il motivo per cui possiamo solo dare una forbice di massima che può essere compresa tra i 4000 e gli 8000 euro.

Richiedi un consulto gratuito con il chirurgo 0283595639

Preventivo

RICHIEDI PREVENTIVO
Chiama Ora
Whatsapp
Email